arancini di riso

una ricetta di media dificoltà, ma vale la pena sono veramente buoni, specialmente se li accompagnati con un buon vino come ad esempio con il Lambrusco Doc Secco Fortenero vino dell’Emilia Romagna

ingredienti:

  • 500 g Riso superfino a chicco tondo per timballi
  • 1 bustina Zafferano
  • 3 Tuorli d’uovo
  • 100 g Pecorino grattugiato
  • 30 g Burro
  • q.b. Sale
  • 200 g Petto di pollo
  • 1/2 Cipolla bianca
  • 80 g Piselli freschi
  • 100 ml Vino rosso
  • 40 g Concentrato di pomodoro
  • 25 g Burro
  • 3 cucchiai Prezzemolo tritato
  • q.b. Olio d’oliva
  • 2 Uova
  • q.b. Pangrattato
  • q.b. Olio di semi per friggere

preparazione:

  • Lessare il riso in poca acqua salata (circa 1,2 l), in modo che a fine cottura l’acqua sia stata completamente assorbita. Il riso sarà così molto asciutto e appiccicoso.
  • Sciogliere lo zafferano in pochissima acqua e unirlo al riso mescolando bene.
  • Sbattere i tuorli e aggiungerli al riso insieme al pecorino e al burro.
  • Amalgamare bene il tutto e aggiustare eventualmente di sale.
  • Dopodiché versare e livellare il riso su un grande piatto e farlo raffreddare.
  • Tritare finemente la carne di pollo.
  • Sbucciare e tritare finemente la cipolla.
  • Far soffriggere la cipolla in un tegame con 2 cucchiai d’olio ed il burro, poi unire il pollo e farlo rosolare a fuoco vivace.
  • Aggiungere il vino e farlo sfumare. A questo punto diluire il concentrato di pomodoro in poca acqua e aggiungerlo alla carne.
  • Insaporire con sale e pepe e far cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti.
  • Aggiungere i piselli, un cucchiaio d’olio e un mestolo d’acqua al ragù (se necessario aggiungere ancora un poco d’acqua) e far cuocere per 10 min.
  • Insaporire con il prezzemolo tritato, sale e pepe. Formare uno strato di riso sul palmo della mano e schiacciarlo un poco.
  • Tenere la mano piuttosto raccolta in modo da potere formare un incavo.
  • Mettere 1 cucchiaio di ragù nell’incavo, chiudere con un altro strato sottile di riso e modellare una palla.
  • Proseguire così fino all’esaurimento di tutti ingredienti.
  • Passare tutti gli arancini nell’uovo sbattuto, dopodiché nel pangrattato.
  • Riscaldare olio in abbondanza in un tegame alto (180°C) e immergere gli arancini (sempre uno alla volta) nell’olio bollente.
  • Tirarli fuori con una schiumarola e farli sgocciolare su carta da cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.