l’arte di congelare

SURGELARE = SALUTE?

è indubbio: un alimento fresco è di gran lunga preferibile a un alimento conservato, qualsiasi sia la tecnica di conservazione adottata, ma quanti di noi hanno la possibilità di cogliere i pomodori direttamente dall’orto e al giusto grado di maturazione pochi minuti prima di pranzo? quanti possono permettersi di andare a comprare il pesce, magari ancora vivo, al porto, direttamente dalle ceste dei pescatori appena sbarcati? perchè di questo bisogna rendersi conto, a volte storciamo il naso, pensando ai surgelati, senza renderci conto che ciò che troviamo sui banchi dei negozi e che viene spacciato per fresco, spesso di fresco ha solo la temperatura delle celle frigorifere da cui proviene e nelle quali ha soggiornato per periodi più o meno lunghi, ci si soffermi a pensare che il pesce inizia a deteriorarsi appena morto, poichè i batteri presenti nelle sue branchie e sul resto del corpo cominciano subito a moltiplicarsi si rifletta sul fatto che, per poter essere conservate più a lungo, frutta e verdura vengono raccolte quando sono ancora ben lontane dal giusto punto di maturazione, quando cioè la quota vitaminica è molto bassa, inoltre lo sapevate che a tre giorni dalla raccolta i carciofi tenuti a temperatura ambiente hanno perso il 30 della vitamina C e gli spinaci addirittura ben il 75% dopo soltanto 48 ore? studi recenti affermano che le fragole, dopo aver soggiornato per 40 gg. in cella frigorifera a -1° C. hanno perso completamente la loro percentuale di vitamina C. dicono altresì che le fragole fresche portate rapidamente a -20° C. mediante le tecniche di surgelazione rapida industriale conservano la loro quota vitaminica molto a lungo e quasi completamente. Secondo altre ricerche recenti nei vegetali surgelati cala purtroppo sensibilmente la quota di vitamine idrosolubili (B1, B2, C e PP), ma come abbiamo visto la cosa avviene anche nei cosiddetti “freschi” a poche ore dalla raccolta, il valore nutritivo degli alimenti surgelati resta comunque elevatissimo, se  grassi e sali minerali subiscono limitatissime modifiche, carboidrati e proteine non si degradano affatto, oggi i surgelati industriali offrono garanzie di freschezza e di igiene davvero impareggiabili, il pesce, per esempio, viene lavorato e surgelato direttamente sui pescherecci che hanno provveduto a pescarlo, meglio di cosi….. via libera ai surgelati quindi.

 

l'arte di congelare

 

 

CONGELARE LE VERDURE ESTIVE

i suggerimenti per preparare le riserve dell’inverno con i prodotti dell’orto e utilizzarli nel modo più adatto

bietoline

  • lavatele in acqua fredda
  • lessatele 4 minuti in acqua bollente salata, passatele in acqua fredda e ghiaccio, strizzatele con le mani
  • formate delle palle monoporzione, congelatele chiuse in sacchetti di plastica per alimenti (o ancora meglio in contenitori per il freezer della tupperware, per info contattatemi)
  • per l’impiego versatele, congelate in acqua bollente o cuocetele, ancora congelate in olio o burro
  • si conservano per 10-12 mesi

fagiolini

  • lessateli 1-2 minuti in acqua bollente salata, dopo aver tolto punte e filamenti, passateli in acqua fredda con cubetti di ghiaccio, scolateli
  • allargateli su un telo da cucina
  • confezionateli in sacchetti o contenitori con coperchio (sempre i migliori tupperware per info contattatemi) chiudendo bene
  • per l’impiego versateli surgelati in acqua bollente, portate a bollore 10 minuti
  • si conservano per 10-12 mesi

fave

  • sgranatele e lessatele, senza sbucciarle, 8 minuti in acqua bollente salata, passatle in acqua fredda, asciugatele su un telo
  • fatele indurire nel freezer, allargate su una placca
  • chiudete in sacchetti di plastica per alimenti
  • per l’impiego lessatele congelate in acqua bollente 10 minuti dal bollore
  • sbucciatele e preparatele a piacere
  • si conservano 10-12 mesi

fagioli

  • sgranateli e lessateli 5 minuti in acqua bollente salata
  • rinfrescateli in acqua fredda, scolateli, allargateli su un telo
  • congelateli allargati su una placca
  • confezionateli solo dopo che sono induriti
  • per l’impiego versateli surgelati in acqua fredda, portate a bollore cuocete per 50 minuti
  • si conservano 10-12 mesi

melanzane

  • lessatele 1 minuto in acqua bollente, lavate ma non sbucciate e taglliate a fette, passatele in acqua fredda, asciugatele con un telo
  • sistematele a strati in contenitori, (tupperware i migliori) intercalandole con pezzi di carta da forno
  • per l’impiego, scongelatele 20 minuti, asciugatele con un telo prima di cucinarle
  • si conservano 10-12 mesi

peperoni

  • tagliateli a metà, in quarti o a pezzetti, eliminate picciolo, semi e filamenti
  • congelateli, allargati su una placca, finchè si sono induriti
  • chiudeteli in sacchetti o contenitori
  • per l’impiego scongelateli 20 minuti, cuoceteli come se fossero freschi, accorciando leggermente i tempi di cottura
  • si conservano 10-12 mesi

piselli

  • sgranateli e lessateli 1 minuto in acqua bollente salata,
  • rinfrescateli in acqua fredda e ghiaccio, sgocciolateli e allargateli su un telo
  • congelateli allargati su una placca, finchè si sono induriti
  • chiudeteli in sacchetti di plastica o contenitori (tupperware per me i migliori per  info contattatemi)
  • per l’impiego, versateli congelati in acqua bollente
  • lessateli 5 minuti, dal bollore scolateli e cuoceteli a piacere
  • si conservano 10-12 mesi

pomodori

  • interi, lavati e asciugati
  • a pezzi, spellateli, eliminate semi e acqua, dividete la polpa a pezzi
  • in salsa, cuocete la polpa passata 30 minuti con olio, odori e sale
  • interi, lasciate indurire nel freezer in contenitori ben chiusi con i loro coperchi
  • a pezzi o in salsa, metteteli in contenitori
  • per l’impiego, interi scongelateli 20 minuti nei sacchetti o contenitori
  • a pezzi o salsa, metteteli in tegame congelati e scaldateli
  • si conservano 10-12 mesi

taccole

  • spuntatele, eliminate i filamenti e lavatele
  • lessatele 1 minuto in acqua bollente salata, passatele in acqua fredda, sgocciolatele su un telo
  • mettete in freezer in contenitori con coperchio o in sacchetti di plastica ben chiusi
  • per l’impiego, lessatele congelate in acqua bollente 8 minuti dal bollore
  • si conservano 10-12 mesi

zucchine

  • spuntatele, lavatele, tagliatele a rondelle 3-4 mm
  • lessatele 1 minuto in acqua bollente salata, passatele in acqua fredda, sgocciolatele su un telo
  • mettetele in freezer in contenitori con coperchio (sempre tupperware) o in sacchetti di plastica ben chiusi
  • per l’impiego, lessatele congelate, in acqua bollente 5 minuti dal bollore o rosolatele con olio o burro, ancora congelate
  • si conservano 8-9 mesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.